Attraverso le montagne dell’Atlante

Circuito estivo  

Lo splendore della città imperiale di Meknes, con la sua meravigliosa medina, è ormai riconosciuto.

A una trentina di chilometri a nord di Meknes, in una fertile pianura sorgono i resti della città romana di Volubilis. E' il principale sito archeologico del Marocco e dichiarato dall'UNESCO patrimonio dell'umanità, dove si possono ammirare i meravigliosi mosaici, di cui la maggior parte è rimasta “in loco”.

Arrivando a Ifrane, cittadina che fu costruita dai francesi negli anni ’30, la pianura cede il passo ai rilievi del Medio Atlante. Arrivando nella bella cittadina berbera di Azrou, ci si inoltra nel cuore della regione del Medio Atlante, con le fitte foreste di pini e cedri; passeggiando nei boschi, si possono anche avvistare le bertucce di Berberia che vivono nell'area. La zona di Azrou è anche famosa per i tappeti berberi. Si incontra poi Khenifra, cittadina situata sulle sponde di un fiume, con le case che hanno la tonalità ocra della terra con cui si fanno i mattoni, e infine si raggiungono le Cascate d'Ouzoud. Queste sono le cascate più belle del Marocco, dove il fiume  precipita per circa 100 m su tre livelli nella gola. 

Proseguendo sempre in direzione di Marrakech, si arriva nella valle di Ourika, una delle valli più belle dell'Alto Atlante. La valle, con le montagne che la dominano, è ideale per gli appassionati di trekking nelle stagioni più calde e frequentata invece dagli sciatori nella stagione invernale. Dopo la visita alla città di Marrakech, con la medina, il souk, la piazza Jemaa el'Fna, ci dirigiamo a Essaouira, sulla costa atlantica. Incantevole cittadina portuale del XVIII secolo, con le sue mura fortificate e una bella medina; qui si gode di un ambiente tranquillo e rilassante, dove le tradizioni del passato convivono in armonia con il mercato turistico.